L’Italia è stata una specie di gigante addormentato.

È escluso dal dramma dei dazi, rimane privo di scandali di classificazione ed è privo di complessità En Primeur.

Tutti questi fattori si sono combinati per sollevare i vini pregiati italiani nel 2020 e questa spinta è continuata nel nuovo anno.

Ora, l’Italia offre opportunità di trading su un numero sempre crescente di vini. Ma quali sono i migliori vini italiani più scambiati nel corso di questi primi mesi del 2021? Andiamo alla scoperta dei 10 Top vini italiani!

 

Valore alle stelle

Nel primo trimestre di quest’anno, il commercio di vino in valore è aumentato del 124,8% rispetto al 2020, con aumenti simili visti in volumi e in numero di etichette scambiate.

C’è stato un aumento del 45% nel numero di acquirenti unici sulla piattaforma di Liv Ex.

La regione Italia ha catturato finora il 17% della quota commerciale in valore nel 2021, dal 15,1% nel 2020 e dall’8,8% nel 2019.

 

Regione per regione

Come nel 2020, il Barolo è la sub-regione più commerciata in Italia.

La Toscana rimane al secondo posto, ma il Brunello di Montalcino è balzato di tre posizioni ed è ora la terza sub-regione più scambiata per valore nel 2021.

Seguono Bolgheri e Barbaresco, che chiudono i primi cinque.

L’elenco non si ferma qui, tuttavia, poiché quest’anno sul mercato secondario sono state negoziate anche altre 40 sottoregioni d’Italia, quasi il doppio rispetto al 2020.

I primi 10 vini italiani più scambiati per valore possono essere trovati nella tabella sottostante.

L’attività italiana in borsa ha superato i 10 milioni di sterline all’inizio di questo mese, avvicinandosi alla pari con il mercato della Borgogna.

Tutto questo è un buon auspicio per continuare a crede sui vini italiani anche durante tutto quest’anno.

 

Migliori 10 vini italiani nel 2021

1° Posto Redigaffi 2018 Tua Rita

2° Posto Sassicaia 2018 Tenuta San Guido

3° Posto Barolo Riserva Monfortino 2014 Giacomo Conterno

4° Posto Sassicaia 2017 Tenuta San Guido

5° Posto Barolo Francia 2016 Giacomo Conterno

6° Posto Barolo 2016 Bartolo Mascarello

7° Posto Sassicaia 2016 Tenuta San Guido

8° Posto Barolo Monvigliero 2016 Burlotto

9° Posto Masseto 2017

10° Posto Masseto 2015

 

Dati e spunti presi dall’articolo originale in lingua inglese apparso su Liv Ex