Venerdì 5 marzo, il rappresentante per il commercio degli Stati Uniti (USTR) e la Commissione europea per il commercio hanno annunciato in una dichiarazione congiunta che tutti i dazi relativi alla controversia Boeing-Airbus sarebbero stati sospesi per quattro mesi.

La sospensione copre i dazi su una vasta gamma di prodotti e “entrerà in vigore non appena saranno completate le procedure interne da entrambe le parti”.

Un giorno prima, il 4 marzo, Boris Johnson e Joe Biden avevano concordato un cessate il fuoco sui vini britannici / scotch.

Nell’ottobre 2019 l’USTR ha imposto un dazio del 25% sui vini dell’UE con un alcool inferiore al 14% come parte di una controversia commerciale in corso.

Tali dazi sono stati estesi il 31 dicembre 2020 per includere i vini di tutti i gradi alcolici,

Dopo l’annuncio di venerdì, gli acquirenti non hanno perso tempo a tornare sul mercato e il fine settimana ha visto un grande ritorno nell’attività dei membri statunitensi di Liv-Ex.

Il Bordeaux ha registrato il maggior aumento delle offerte LIVE, seguito da Spagna, Rodano e Borgogna, tutte regioni precedentemente interessate dai dazi.

Un’altra buona notizia verso un ritorno alla normalità.

Almeno questa è la speranza.