Il Liv-ex Fine Wine 100 è salito ancora una volta a febbraio, per il nono mese consecutivo, mentre il mercato secondario ha continuato il suo rally.

L’indice è salito dello 0,59% a Febbraio per chiudere a 322,67, proseguendo il progresso positivo per l’indice di riferimento che è in movimento al rialzo da giugno 2020.

Con i Burgundies 2019 usciti a gennaio e le nuove e apprezzate Super Tuscans 2018 che iniziano ad emergere, i vini di queste regioni hanno dominato le etichette più performanti il mese scorso.

Chevalier Montrachet 2016 di Domaine Leflaive ha continuato a consolidare la sua solida performance a gennaio e ha aperto la strada a febbraio, con un aumento del 10%.

Il “Clavoillon” Puligny-Montrachet 2015 della tenuta è stato un altro forte aumento del 6,4%, appena dietro Romanee-Conti 2015 di Domaine de la Romanee-Conti, in crescita del 6,7%.

Nel frattempo, il 2015 di Tignanello – una delle sue annate più apprezzate – è aumentato del 7,3% per superare le 1.000 sterline a cassa e l’annata 2013 di Ornellaia è aumentata del 6,3%.

Tuttavia, non è stato tutto positivo per la Borgogna, in quanto vi sono stati cali per Clos de Vougeot 2015 di Domaine Leroy,

Chambertin 2015 di Armand Rousseau e La Tache 2015 della DRC.