Il primo del Barbaresco del 2017 pubblicato questa settimana è guidato da uno dei migliori del Piemonte, Gaja. Dopo una stagione di crescita difficile, Gaja è stata in grado di produrre un vino descritto da Antonio Galloni come “uno splendido esempio dell’anno”. Gli scambi sui vini italiani (10,8%) sono stati guidati da un altro pilastro piemontese, Cappellano e il suo Barolo Pie Rupestris 2015 che ha guidato la regione sia in valore che in volume.

Tre dei primi cinque vini scambiati per valore in Italia provenivano dal nord questa settimana.

La quota commerciale di Bordeaux (41,0%) è cresciuta sostanzialmente dal minimo della settimana precedente mentre la Borgogna (19,3%) è tornata alla sua media mensile.

Il Rodano (5,4%) e altri (7,5%) hanno più che raddoppiato la quota delle settimane precedenti e gli Stati Uniti (9,9%) hanno continuato a commerciare al di sopra della media di giugno.

 

Screaming Eagle Cabernet Sauvignon 2017 è stato il vino più venduto per valore questa settimana. Questa è ora la terza settimana consecutiva in cui Screaming Eagle è stato tra i primi 5, con il 2017 che ha tenuto bancoper  due settimane e il 2016 l per l’altra.

A lui si è aggiunto un altro vino californiano, Hundred Acre, Cabernet Few e Far Between 2014. Antonio Galloni di Vinous ha assegnato al vino 96 punti, sottolineando che “il 2014 possiede un’enorme intensità aromatica (una firma del 2014) e riproduce un bellissimo frutto denso”.

Il terzo vino di Chateau Latour, Le Pauillac de Chateau Latour 2015 ha completato la top 5. Il vino ha ricevuto 90 punti da Neal Martin ed è disponibile ad una cifra inferiore del 67% rispetto alla versione più recente del secondo vino di Latour, Forts Latour 2014 – che a sua volta ha preso 93 punti da Neal Martin.

Questa settimana c’è stato un aumento del 50% delle attività di acquisto negli USA, in quanto l’USTR ha annunciato che lo spumante non sarebbe stato incluso in nessun nuovo dazio del 25%, situazione che dovrebbe essere rivisitata nuovamente nel gennaio 2021.