Ornellaia svela l’interpretazione artistica dell’annata 2018.

La tenuta taliana Ornellaia ha rivelato l’ultima “interpretazione” dell’annata nella sua serie “Vendemmia d’Artista” per il prossimo 2018.

La tenuta Super Tuscan ha commissionato all’artista belga Jan Fabre la creazione di un’etichetta in edizione limitata per l’annata, che adornerà una bottiglia in ogni caso venduta, così come opere d’arte su misura per una serie di bottiglie di grande formato che saranno vendute per cause di beneficenza durante l’anno.

Fabre ha utilizzato il corallo rosso per tre sculture per adornare tre bottiglie di Salmanazar chiamate; “A Candle of Mercy“, “The Crown of Kindness” e “The Heart of Virtue“.

“La corona della gentilezza” sarà messa all’asta da Sotheby’s questo settembre insieme ad altre 111 bottiglie di grande formato della vendemmia 2018, con i proventi destinati al progetto “Mind’s Eye” della Fondazione Solomon R. Guggenheim.

L’annata 2018 è stata ribattezzata “La Grazia” dalla Tenuta; con il direttore della tenuta Axel Heinz che afferma che la stagione di crescita ha prodotto vini di “particolare armonia”.

Antonio Galloni ha segnato l’Ornellaia 2018 con 97 punti e ha detto che aveva “una persistenza formidabile e un equilibrio impeccabile” ed era “più sulla finezza che sulla potenza pura”.

Ha anche notato che era la prima annata in cui il Merlot era l’uva dominante nella miscela.

Nella sua anteprima della vendemmia 2018 in Toscana, Galloni ha notato che è stato un anno “molto intrigante” e ha detto che i vini sono “splendidi per la loro purezza e sfumatura di peso medio”.

Stilisticamente, ha aggiunto, gli anni 2018 gli hanno ricordato gli anni 2004, anche se con “minore ricchezza”.

La vendemmia 2018 di Ornellaia uscirà questa primavera. Il 2017, che Galloni ha segnato anche 97, è stato rilasciato lo scorso anno a 1.800 sterline per la cassa da 12. Vedremo a quanto uscirà la cassa del 2018.

Fra gli altri ne parla anche il sole24ore