Investire in Tignanello è un buon affare?

Tignanello continua ad essere un vino da investimento fra i migliori in assoluto. Analizziamo come Tignanello ha performato nelle ultime cinque annate.

Antinori continua decisamente a fare centro perchè analizzando le ultime cinque annate prodotte l’andamento dei prezzi è molto ma molto regolare.

Quello che è interessante nell’analizzare il grafico di Liv Ex sottostante è l’incremento che si ha solitamente nel breve termine.

Sebbene il valore cresca col passare degli anni tuttavia i dati ci dicono che dal prezzo di uscita Tignanello normalmente performa il 50% nei 12 mesi e poi dopo si stabilizza su quei valori crescendo piano piano negli anni.

Questo vale non solo per l’annata 2018 che ha ottenuto i 97/100 da Galloni e 98/100 da Parker ma anche ad esempio con l’annata 2017 che ha punteggi inferiori.

La sensazione sembra essere quella di un vino ancora sottovalutato, in genere quando si ritrova questo tipo di stabilità nell’andamento dei prezzi, significa proprio che il vino ha ancora margini di crescita importanti.

Insomma rivendere Tignanello fra i 100 e i 125 euro è cosa abbastanza regolare e calcolando il prezzo di uscita dal produttore e le buone quantità prodotte si tratta senza dubbio di una bella opportunità.

Vedremo il prossimo anno se il trend sarà confermato anche con l’annata 2019 o ci saranno cambiamenti.

Al momento secondo i nostri dati il target price per acquistare è attorno ai 90,00€.

Al momento l’ultima transazione registrata su Liv Ex circa il Tignanello 2018  è stata di 114,50€ proprio oggi, 24 dicembre 2021.