Giacomo Conterno Monfortino 2013 Giacomo Conterno e Monfortino 2013, analisi di Mercato

Cari appassionati di vini da investimento prendo spunto da un articolo di Live EX per fare un piccolo focus su Giacomo Conterno e il vino più iconico, il Barolo Monfortino.

Sapete che in questo luogo parliamo dei vini pregiati dal punto di vista più prettamente finanziario anche se potrete immaginare quanto sia difficile per un appassionato come me esimermi dal parlare del vino dal punto di vista organolettico e gusto olfattivo.

I Barolo Giacomo Conterno sono da sempre la massima espressione dei vini di Langa e anche nel mercato finanziario del vino hanno sempre rappresentato una vetta fra i vini italiani pregiati.

L’andamento di Giacomo Conterno è stato ultimamente condizionato dal Barolo Riserva Monfortino, il cui andamento è risultato in linea con la quota commerciale dei vini italiani che in Aprile ha fatto segnare + 23% fra tutti i vini scambiati all’interno del mercato del vino mondiale: crescono in generale i vini italiani, cresce il Barolo in generale e nello specifico il Barolo Monfortino regala ottime performance.

Il Barolo Monfortino Conterno 2013 è stato in cima alla lista dei vini più scambiati per valore nell’ultimo trimestre nel mercato del vino pregiato mondiale.

Ha preceduto anche alcuni supertuscans come Tignanello 2016 o grandi champagne come Dom Perignon 2008, indicando chiaramente il crescente apprezzamento da parte del mercato.

Anni fa questo sarebbe stato impossibile, Bordeaux e Supertuscans dominavano il mercato del vino.

Il 2013 è la più recente annata disponibile dal produttore, pubblicata alla fine dell’anno scorso. Antonio Galloni (Vinous) ha assegnato  al vino 99 punti, definendolo “brillante, preciso, concentrato e sfumato”.

Anche le annate 2010  e 2006 sono state molto apprezzate. Di tutto il commercio di Giacomo Conterno negli ultimi cinque anni, il Barolo Riserva Monfortino del 2013 ha rappresentato il 57%, il 2010 il 20%, il 2006 il 5%. Seguono Barolo Cascina Francia 2012 e 2015.

I vini di Giacomo Conterno hanno offerto buoni rendimenti è sono tra i migliori prodotti per investire in vino. Nel 2017, tre annate del Barolo Cascina Francia sono apparse tra le prime dieci performance. L’anno scorso, il Barolo Riserva Monfortino del 2002 è stato in cima alla lista delle maggiori crescite, un bel risultato per il vino italiano pregiato.

Negli ultimi due anni, l’indice Monfortino (+ 14,1%) ha sovraperformato sia l’Italia 100 (+ 10%) sia il Piemonte (+ 14%), anche se leggermente.

 

Questo grafico sotto è molto interessante perché mostra chiaramente che l’indice dei vini Piemontesi sia cresciuto più di quello Italiano generale e mostra come l’indice Monfortino abbia fatto ancora meglio all’interno di quello del Piemonte.

 

Insomma tirando le somme Giacomo Conterno continua ad essere un ottimo vino da investimento.

Barolo Monfortino Giacomo Conterno l'andamento di mercato