percarlo 2016 an giusto a rentennano

Nel suo ultimo articolo su Wine Advocate Monica Larner per Robert Parker analizza la situazione su San Giusto a Rentennano e sul suo Percarlo 2016.

Spiega come l’anno scorso ha recensito la Ricolma 2016 dandogli 100/100, mentre l’annata 2017 non sarà fatta uscire per via della qualità non all’altezza dell’etichetta.

Allora il Percarlo non era ancora uscito e quindi recensisce solo ora l’annata 2016. Gli da come punteggio 98+ indicando come finestra di bevibilità dal 2022 al 2050.

L’iconico Percarlo San Giusto a Rentennano 2016 è una splendida espressione, che si apre lentamente per rivelare frutti neri, fiori blu, lillà, miele, terriccio e un tocco di profumato fungo porcino. Vino sorprendente con una sensazione in bocca morbida e seguita da tannini eleganti, acidità equilibrata e un finale lungo che avvolge il palato con intensità setosa.

Conserva il vino nella tua cantina ancora per qualche anno, permettendogli di assumere complessità e volume extra. In un certo senso, Percarlo trascende il Sangiovese. Non solo fornisce le caratteristiche classiche della varietà, ma lo fa con un tocco di magia, trasformando l’uva in un’espressione eterea e piena di sentimento della Toscana.

Inoltre Monica Larner ha recensito nell’artico anche Vin San Giusto 2012, Chianti Classico Riserva Le Baroncole 2017 e il Chianti Classico 2018 di cui qui sotto vedete i punteggi.

Continua quindi il momento magico per questo produttore secondo Monica Larner di Robert Parker.